» Home-Page
    Chi siamo


» Consulenza in materia
    di sicurezza nei luoghi
    di lavoro


» Progettazione e
    certificazione di
    prevenzione incendi


» Coordinamento
    per la sicurezza
    dei cantieri edili


» Verifiche periodiche
    degli impianti
    di messa a terra


» Valutazioni di
    acustica ambientale


» Sistemi di gestione
    per la salute e
    sicurezza (SGSL)


» Attestato prestazione
    energetica (APE)


» HACCP

» Protezione da
    Scariche Atmosferiche


» Patentini Attrezzature

» STAFF

AREA DOWNLOAD

COMUNICAZIONI

INIZIATIVE DI PREVENZIONE

HACCP

L'applicazione dell'HACCP nasce dall'esigenza di garantire la salubrità delle preparazioni alimentari tramite il controllo del processo produttivo in ogni sua fase, individuando i rischi che possono influire sulla sicurezza degli alimenti e attuando misure preventive per tenerli sotto controllo.

Storia e finalità dell'HACCP
Il sistema HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points) è stato introdotto nella legislazione di numerosi Paesi del mondo ed è stato ripreso dall'Unione Europea e in Italia. Il sistema HACCP venne introdotto negli anni '60 negli USA per garantire la sicurezza degli alimenti destinati agli astronauti della NASA e non rischiare l'esito della missione a seguito di una banale intossicazione alimentare. Industria alimentare e NASA pensarono ad un sistema di tipo preventivo in grado di fornire le maggiori garanzie di sicurezza rivolgendo il controllo sulla qualità dell'alimento al processo produttivo.

Valutazione dei pericoli, misure di controllo
L'applicazione dell'HACCP nasce dall'esigenza di garantire la salubrità delle preparazioni alimentari cambiando approccio, cioè passando da un controllo a valle del processo produttivo, sul prodotto finito, a un controllo invece del processo produttivo in ogni sua fase, individuando i rischi che possono influire sulla sicurezza degli alimenti e attuando misure preventive per tenerli sotto controllo. L'azienda valuta i pericoli, stima i rischi e stabilisce le misure di controllo per prevenire l'insorgere di problemi igienico-sanitari.
Nel concetto dell'HACCP, pericolo è qualcosa che è inaccettabile perché può rendere un alimento non sicuro per l'alimentazione umana e causare un danno al consumatore: può essere un agente biologico (microrganismi o le loro tossine), chimico (sostanze carcinogene, pesticidi, ormoni, antibiotici, metalli pesanti, qualora presenti in quantità inaccettabili) o fisico (corpi estranei quali pietre, ossa, vetro) nell'alimento, ma anche essere una sua caratteristica o condizione. Per esempio anche una scorretta temperatura di conservazione di un alimento può essere un pericolo.
Il rischio invece è inteso come la probabilità che il pericolo si verifichi; è quindi un dato statistico che deve essere applicato a ogni pericolo.

Identificare gli stadi di rischio
L'Operatore del Settore Alimentare (OSA) deve individuare ogni fase che potrebbe rivelarsi critica per la sicurezza degli alimenti e garantire che siano individuate, applicate, mantenute e aggiornate adeguate procedure di sicurezza, avvalendosi dei principi del sistema HACCP.

Obbligatorio per legge
L'HACCP è un obbligo di legge. L'operatore del settore alimentare ha l'obbligo e la responsabilità di organizzare e attuare l'HACCP nell'azienda in cui opera, attraverso le procedure descritte nel proprio manuale o piano di autocontrollo HACCP, che vengono periodicamente aggiornate.

Basi per l'elaborazione del piano HACCP I principi sui quali si basa l'elaborazione di un piano HACCP sono i seguenti:
  • analisi dei potenziali rischi per gli alimenti;
  • individuazione dei punti in cui possono verificarsi dei rischi per gli alimenti;
  • decisioni da adottare riguardo ai punti critici individuati, cioè quei punti che possono nuocere alla sicurezza dei prodotti;
  • individuazione e applicazione di procedure di controllo e di sorveglianza dei punti critici;
  • riesame periodico e in occasione di variazioni di ogni processo e della tipologia d'attività dell'analisi dei rischi, dei punti critici e delle procedure di controllo e di sorveglianza.
Le nostre proposte sui corsi e i piani di autocontrollo
I corsi di formazione HACCP per alimentaristi, sostitutivi del libretto sanitario, da noi proposti, sono stati strutturati per permettere al candidato di svolgere i programmi di studio (argomenti e tempi) previsti dalle normative regionali, attraverso l'interattività del nostro sito, al termine del percorso formativo verrà rilasciato attestato  ai sensi del regolamento CE 852 04

Corso per Titolari di imprese alimentari e Responsabili dei Piani di autocontrollo di attività alimentari semplici e complesse
Prezzo Corso HACCP: 35,00 ¤ + IVA

Questo corso è indicato per i titolare o gestori di imprese alimentari (bar, ristoranti, industrie di produzione di alimenti, mense, trattorie, pasticcerie, e tutte le attività del comparto alimentare) in qualità di responsabili della corretta applicazione del sistema haccp di autocontrollo per la sicurezza alimentare; naturalmente tale corso potrà essere seguito da ogni altra figura della filiera aziendale.
Ulteriori proposte sono il PIANO DI AUTOCONTROLLO e gli scadenzari che insieme possono completare l'offerta della nostra organizzazione sul tema dell'igiene alimenti.



Iniziative di Prevenzione
Via del Mare n° 2 - Loc. Procchio - 57030 Marciana (LI) - Italia
Tel: +39 0565-907509 / Fax: +39 0565-907509
Mail: mmazzarri@elbalink.it / michele.mazzarri@pec.eppi.it
Partita Iva: 00911500494
Cookie Policy | Privacy Policy